Organizzazione

La Riserva marina di Miramare (oggi Area Marina Protetta di Miramare) è stata istituita nel 1986 con decreto del Ministero dell'Ambiente che ne ha affidato la gestione all'Associazione Italiana per il WWF ONLUS. Nel 2006, nell'ambito di una ri-organizzazione della gestione delle Aree protette del WWF Italia ONLUS, alcuni servizi dell'AMP Miramare sono stati trasferiti alla società WWF Oasi srl con l'autorizzazione del Ministero dell'Ambiente e del Territorio e del Mare.

Questi gli organi istituzionali dell’AMP:

Commissione di Riserva

Affianca l'ente delegato nella gestione della riserva, formulando proposte e suggerimenti per tutto quanto attiene al funzionamento della riserva medesima. Secondo quanto stabilito dall’art.28, terzo comma, della legge 31 dicembre 1982, n.979, e successive modificazioni, essa è nominata dal Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare ed è composta da:

  1. un rappresentante designato dal Ministero dell’ambiente, con funzioni di presidente;
  2. un esperto designato dalla Regione territorialmente interessata, con funzioni di vice presidente;
  3. un esperto designato d’intesa tra i Comuni rivieraschi territorialmente interessati;
  4. un esperto del Ministero dell’ambiente;
  5. un rappresentante della Capitaneria di porto nominato su proposta del reparto ambientale marino presso il Ministero dell’ambiente;
  6. un esperto designato dall’Istituto centrale per la ricerca scientifica e tecnologica applicata al mare (ICRAM);
  7. un esperto designato dalle associazioni naturalistiche maggiormente rappresentative riconosciute dal Ministero dell’ambiente.7.        

Comitato tecnico-scientifico

Si riunisce per valutare il programma delle attività scientifiche. È nominato dall’ente gestore ed è composto da:

  1. il responsabile dell’area marina protetta, che lo presiede;
  2. un esperto qualificato designato dal soggetto gestore;
  3. un ricercatore designato dal Dipartimento di Oceanografia biologica dell’Istituto nazionale di oceanografia e geofisica sperimentale di Trieste;
  4. un esperto qualificato designato dal Ministero dell’ambiente.

Collegio dei revisori

Esercita il controllo nella gestione economico-finanziaria dell’area marina protetta. È nominato dal Ministero dell’ambiente e costituito da:

  1. un componente nominato dal Ministero del tesoro e dell’economia e delle finanze, con funzioni di presidente del collegio;
  2. due componenti nominati dal Ministero dell’ambiente.

Comitato di Gestione

  1. due rappresentanti del WWF Italia;
  2. due rappresentanti del WWF Oasi;
  3. il direttore dell'AMP Miramare.